maggio 4, 2010 Post Under Home, impianti

Idro-colon-terapia: tecnologia avanzata al servizio della salute

L’idro-colon-terapia è una forma moderna di lavaggio prolungato dell’intestino che si avvale di un’apparecchiatura dedicata , modernissima e sicura che, oltre a curare i disturbi dell’apparato digerente e dell’intestino, purifica l’intero organismo. E’ un atto che deve essere praticato preferibilmente da un medico o comunque da personale esperto e dedicato che abbia una conoscenza approfondita del colon e delle sue patologie. In altre parole non può essere praticato in centri estetici ma in studi medici specialistici.

Spiega un operatore che si tratta di “una pratica delicata e indolore che non provoca spasmi. Viene perciò bene accolta dal paziente: durante il trattamento è sdraiato a pancia in su in modo confortevole per favorire con il massaggio dell’addome, la riduzione del gonfiore , favorendo un’azione propulsiva- espulsiva senza alcun dolore fisico del paziente” . Un impianto è stato di recente installato nello studio medico di piazza in Piscinula 8 (tel. 06-64562250) a Roma.

L’apparecchio è di ultima generazione e dotato di cromoterapia.

Continua l’operatore: “L’acqua entra nel colon attraverso un circuito chiuso, tramite una specula sterile, monouso,collegata al retto e fornita di due vie: una di entrata dell’acqua dolce ipertermizzata e filtrata; una di uscita del materiale endocolico frammentato in sospensione nell’acqua . Specule e tubi sono sterili e monouso.La velocità del flusso e la pressione si regolano in modo tale che l’acqua entri con lentezza e continuamente nel’intestino e che solo lentamente ne derivi un sensazione di pressione. Il massaggio addominale in senso antiorario aiuta l’afflusso dell’acqua e lo dirige anche nelle zone problematiche. Il terapeuta esperto sente gli indurimenti e gli spasmi e li scioglie con uno specifico massaggio del colon. Dopo l’apertura della valvola di scarico, il massaggio verrà fatto in senso orario per facilitare lo svuotamento dell’intestino. La cromoterapia di cui le più moderne apparecchiature sono dotate può accompagnare il trattamento creando un ‘atmosfera armoniosa ed in consonanza con il paziente. Tutto avviene in un sistema chiuso, estremamente discreto ed igienico”. La macchina è dotata, infatti, di un canale di transito che permette di osservare il passaggio del materiale endocolico drenato senza però cattivi odori.

La seduta dura circa un’ora. Alla fine del trattamento il paziente può tornare alle consuete attività quotidiane personali e lavorative. Per garantire una pulizia completa sono necessari almeno 4-5 trattamenti a distanza ravvicinata in relazione al problema specifico di ciascun paziente. Nei casi di stipsi ostinata possono essere necessari anche 4 trattamenti aggiuntivi , che hanno lo scopo di ripristinare la motilità intestinale

L’idrocolonterapia ha lo scopo di mantenere pulito ed in condizioni ottimali l’intestino, attraverso la stimolazione della peristalsi intestinale con l’obiettivo di riequilibrare la flora batterica intestinale. Attraverso l’effetto diluente dell’acqua dolce ipertermizzata introdotta all’interno del colon si induce una stimolazione che porta l’intestino a ripulirsi a fondo e a riattivare le sue funzioni vitali. Vengono rimossi tutti i residui fecali, ricchi di tossine che si depositano nelle curve , nelle tasche e su tutte le pareti del colon. I rifiuti che si accumulano nelle anse e nelle curve creano delle sostanze tossiche che, in un primo tempo alterano la membrana intestinale, quindi possono passare nel sangue e nella linfa ed andare in qualsiasi parte dell’organismo. Questa condizione di “autointossicazione “ grava primariamente sul fegato.

Molti problemi e malattie hanno la loro causa profonda in un cattivo funzionamento intestinale. Le abitudini di vita, la scarsa attività fisica, l’inquinamento ambientale, l’uso di medicinali, un’alimentazione sbilanciata troppo ricca di zuccheri, alimenti raffinati e additivi chimici , rappresentano il substrato fertile per il mal funzionamento dell’intestino.

Lo stress, dal canto suo, può facilitare l’alterazione delle pareti intestinali. In un intestino sano, la mucosa dovrebbe rigenerarsi dopo circa quattro giorni. Attraverso il metabolismo batterico disbiotico, i batteri salutari diminuiscono ( tra cui il Lactobacillus acidophilus ) e quelli nocivi aumentano ( tra cui l’ E. Coli ). Il mutamento della flotra batterica, rende impossibile la completa elaborazione dei materiali fecali.

Spiega l’operatrice dello studio medico Piscinula 8: “Si formano, pertanto, nell’intestino un gran numero di tossine quali: alcol metanolo, etanolo, propanolo e butanolo, ammoniaca, tossine cadaveriche putrescina e cadaverina etc., che generano fermentazioni e putrefazioni , che non solo intossicano l’organismo, ma riduconoin notevolmente le difese immunitarie. L’intossicazione intestinale, via via  che si diffonde nell’intero organismo, può manifestarsi con i sintomi più disparati come emicranie croniche, allergie, patologie della pelle, prolassi intestinali, asma, diverticoli, gravi costipazioni, meteorismo, alitosi, acne, psoriasi, disturbi della prostata, riduzione della libido, impotenza, artriti, poliartriti, reumatismi, disturbi cardiaci, problemi respiratori,perdita di vitalità, stanchezza, noduli al seno, attacchi di panico, perdita di concentrazione, aggressività,  depressione, stanchezza, infezioni del basso tratto genito-urinario maschile e femminile, problemi ai capelli, un elenco lunghisimo. Normalmente il corpo dispone di meccanismi di disintossicazione talmente buoni da non poter essere danneggiato da queste sostanze. In situazioni eccezionali, come quelle citate, si può avere un’intossicazione di ritorno con queste sostanze, che, insieme con altre, possono contribuire all’insorgenza di un carcinoma dell’intestino crasso. Secondo le conoscenze della medicina naturale, queste sostanze causano o favoriscono numerose malattie”.

La pulizia dell’intestino viene migliorata attraverso il massaggio manuale della parete addominale. Il lavaggio aumenta l’irrorazione sanguigna ed esercita un’azione diuretica ed una stimolazione dei muscoli longitudinali della parete addominale e sugli sfinteri. L’effetto fisico dell’acqua ipertermizzata che entra alla temperatura di 40° C esercita un’azione di stimolo sull’intero intestino con un effetto iperemizzante sul polo inferiore dei reni Viene così eliminata la flora batterica patogena,putrefattiva alterata e viene favorita la ricrescita di una flora batterica equilibrata. Ciò permette al colon di ripristinare le sue funzioni elettive e di ritornare a produrre anticorpi, alleggerendo il lavoro di filtro dell’epidermide. In sintesi: “Essendo una terapia disintossicante, i disturbi cutanei si riducono gradatamente e tutto il corpo riacquista le sue normali funzioni. E sono davvero poche le persone che non ne hanno bisogno”.

Però, attenzione: “Per stare bene e riacquistare la salute perduta è necessario ripulire l’intestino e normalizzare le sue funzioni, ma anche correggere l’alimentazione e praticare più movimento”.

Per saperne di più: http://www.youtube.com/watch?v=FE4x09LWiRg

Leave a Reply